Street Food Fest / Heidelber

Am Messplatz, Kirchheim – Heidelberg, Deutschland / Sa 13.04.2019

Metà aprile. Primavera. Sabato mattina. Heidelberg si sveglia sotto una pioggerellina “di aghi” e un freddo cane: ci sono 2 gradi. Ovviamente, neanche il tempo di capire se è il caso o no di andare a fare i zozzosi a Messplatz che già siamo sull’autobus. Direzione Street Food Fest. 34 stand di cucine dal mondo. Come mancare? Siamo sinceri però: “grazie” al clima decisamente confortevole, ci limitiamo a provarne solo 5. Di questi, infatti, troverete le didascalie. Per tutto il resto, visitate il sito (link in fondo all’articolo, più i collegamenti ai social) oppure, se vi trovate in terra teutonica, cercate le prossime tappe e andate a provare di persona tutte le specialità tipiche che preferite!

Partiamo dal dolce: per noi non c’è aperitivo “stuzzicafame” più efficace.

Cheesecake caramello salato e arachidiDessert Inc. – CheesecakevariationenAd ogni tappa, chiunque può votare il proprio street food preferito, postando su Instagram la foto del piatto con l’hashtag #streetfoodaward. Dopo la conta dei voti, si proclama lo stand vincitore che esporrà la statutetta del premio sul proprio bancone, negli appuntamenti successivi.Il Festival itinerante non utilizza plastica e aderisce al progetto Rifiuti Zero. I recipienti e le stoviglie sono riutilizzabili e/o riciclabili e tutti gli scarti alimentari vengono lavorati in un impianto di compostaggio per poi finire il loro ciclo in un campo agricolo gestito dall’organizzazione.Crispiness of pork – Pancia di maiale croccante con glassa al tamarindo e lime, riso jasmin, cetriolo asiatico e sesamo tostatoAdobo – chicken und philiphinischen fusion food

Classic deep fried burger – Fagotto di pasta brisée fritta, ripiena di hamburger di manzo alla griglia, cheddar, pomodoro, cipolla, rucola, cetriolini speziati e salsa bbqTyger’s Frygers – deep fried burgerJerk Chicken – Pollo, peperoni e verdure al forno con riso e fagioliPelican Jamaican – Jamaikanisches street foodClassic Quebec Poutine – Patate tagliate a mano e fritte, condite con fondo di arrosto, mozzarella filante e trito di aromiFrittenwerk – handgeschnitze pommes mit toppingsSul profilo Instagram de Il panzariello, nelle Storie in evidenza, troverete il reportage completo. Enjoy!

WebsiteFacebookInstagram

Pubblicato da Il panzariello

Elisa Panzariello, 34 anni. Interior designer, per non annoiarsi discute spesso con la grafica, la fotografia, la scrittura, la musica, la cucina. Le piace mordere il burro, andare al supermercato da sola, fare domande stupide, girarsi durante il film -al cinema- ed osservare le facce degli altri, guidare, leggere l'ultimo periodo di un libro -prima di iniziarlo a leggere-, bere la birra con la cannuccia, non avere mai al polso l'orologio ma chiedere spesso 'che ore sono?', il rumore del tappo del bagnoschiuma che cade sul pavimento, il caffè ma non il gelato al caffè. Non le piace l'arroganza, la smania del potere, l'ipocrisia, la bugia. Ha paura di se stessa e di tutte le sue fobie. Insomma, vive. Ma non troppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: