Zuppetta di baccalà

La spesa | per 2 persone

  • 500 gr di baccalà dissalato
  • 1 barattolo di pomodorini ciliegini (o di pelati schiacciati oppure pomodorini freschi sbollentati per alcuni minuti – in questo caso, usa anche un po’ della loro acqua di cottura)
  • 1/2 spicchio di aglio
  • Prezzemolo (o origano)
  • Pepe nero macinato fresco

Procedimento

In una casseruola, soffriggi l’aglio passato allo schiaccino; aggiungi i tranci di baccalà dalla parte della pelle e il prezzemolo fresco. Lascia andare a fuoco vivace per 2 minuti. Con l’aiuto di una pinza, gira delicatamente i tranci. Rimuovi la pelle (io la lascio perché mi piace molto) e poi aggiungi i pomodorini. Smuovi la casseruola per “assestare” ed amalgamare il tutto, evitando di usare il mestolo per non rischiare di sfaldare il pesce. Abbassa la fiamma e cuoci con coperchio socchiuso per circa 40 minuti. Aggiusta di sale se necessario*.

Lascia riposare la zuppa per almeno 20 minuti prima si servire. Una volta impiattata, spolvera di pepe e finisci con delle foglie di prezzemolo.

* Preparazione del baccalà | la dissalatura

In genere, si consiglia di dissalare completamente il baccalà, per poi regolare la sapidità in fase di cottura. Ma è tutta una questione di gusti: spesso si sceglie anche di lasciare il baccalà con il suo caratteristico sapore sapido. L’importante è non cucinarlo dopo un ammollo troppo breve per non rischiare di trovarlo immangiabile (sia di sapore che di consistenza). Io lo preferisco abbastanza saporito (perché se no che baccalà è?). Ecco i tempi e i modi della mia dissalatura:

Per prima cosa, elimino lo strato superficiale di sale dal pesce, massaggiando con le mani i tranci immersi in acqua fredda e cambiando quest’ultima almeno 2-3 volte (o comunque fino a quando non risulta limpida). Metto quindi il baccalà in una bacinella, cercando di non accavallare i tranci; aggiungo acqua fredda a coprire (e oltre) e lascio in ammollo in frigo (o in ambiente molto fresco) per 48 ore, cambiando l’acqua ogni 12 ore. Ogni volta che cambio l’acqua, risciacquo ogni singolo trancio di baccalà sotto l’acqua corrente. Dopo l’ultimo risciacquo, prima di utilizzarlo, asciugo i tranci con carta assorbente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...