D’Vino, bristorante italiano.

La cosa bella dei posti che poi “ti” diventano speciali è che non te li vai a cercare. Entrai per la prima volta nel D’Vino a maggio, forse aprile, neanche ricordo, perché avevo un urgente bisogno di caffeina ed ero troppo ”al limite” per arrivare fini casa. Non era stata una buona giornata, per niente.CoseContinua a leggere “D’Vino, bristorante italiano.”