archivio

Uncategorized

Veloce veloce, buono buono: ormai pare quasi uno slogan. Ma niente di studiato, perché il tempo è sempre poco ma la voglia di mangiare gustoso è sempre tanta!

Ho cotto le roselle di un cavolfiore e le sue foglie tenere al vapore (bastano 5 min). Nel frattempo ho preparato il cous cous col metodo “pilaf” (1 tazza di cous cous in 2 tazze di acqua bollente, coperto e a fuoco spento, senza mai mescolare –sarà pronto anche questo in 5/7 min–). Ho lavorato la ricotta con un cucchiaio di curcuma fresca grattuggiata (se avete quella in polvere, basterà un cucchiaino), un pizzico di sale e del pepe. Ho poi composto gli strati nel pyrex: roselle di cavolfiore, giro di olio, ricotta, cous cous, le foglie del cavolfiore tagliate a julienne, parmigiano e spolverata di cous cous. In forno a 180º per 30 min (gli ultimi 5 con il grill acceso).

Per trasformarla in una ricetta gluten free, basta sostituire il cous cous con il riso. E se non vi garba la ricotta, usate una classicissima béchamel.

Ciao Giusy, bon appétit!

Ho sbollentato in acqua salata le indivie tutte intere (8 cespi medio-piccoli, per 4 persone); le ho poi lasciate raffreddare e scolare a testa in giù.

Ho preparato lo ‘mbuttuno (300 gr di cacioricotta di capra grattugiato, 4 uova, mezzo spicchio di aglio e prezzemolo tritati); ho tagliato i cespi in altezza, senza dividerli completamente a metà, ho messo lo ‘mbuttuno e premuto delicatamente per farlo penetrare tra le foglie.

Ho richiuso e legato con dello spago da cucina. Ho messo a riscaldare l’olio d’oliva in una padella e poi ho aggiunto le indivie dalla parte del taglio, in modo da sigillarlo con il calore.

Dopo 5 min a fuoco vivo, ho girato i cespi e fatto andare per altri 5 min. In questi passaggi ho usato il coperchio. Ho tolto il coperchio, ho aggiunto due dita d’acqua calda salata e ho pepato, continuando la cottura per altri 30 min a fuoco dolce.

Bon appétit!

Soffriggo la cipolla con il burro e aggiungo i gambi (senza le punte) degli asparagi, aggiungo un po’ di acqua calda salata, il pepe rosa in grani, lo zafferano in pistilli e lascio andare a fuoco medio per 10 min.

Aggiungo la pasta e le punte degli asparagi, copro a filo con acqua calda (sempre salata) e, una volta portato tutto di nuovo ad ebollizione, spengo il fuoco e copro.

Dopo 15 min, aggiungo burro e Parmigiano Reggiano, manteco per pochi secondi su fuoco vivace e servo con un filo d’olio evo e fili di peperone dolce secco.